Come Calcolare l’Interesse Semplice

Può essere utile saper calcolare da soli e in modo veloce l’interesse semplice su un investimento. Per esempio, quando si tratta di decidere se tenere i propri soldi sul proprio conto corrente oppure aprire un conto deposito che offre un tasso più elevato. Il gioco vale la candela o avremmo un beneficio trascurabile, di soli pochi euro?

Per iniziare, ti spiego in cosa consiste l’interesse semplice (che si differenzia da quello composto, un po’ più complesso da calcolare). Dunque, l’interesse semplice è quello che si calcola su un capitale base che resta fisso nel tempo. E’ il caso tipico degli interessi calcolati sul conto corrente e su un conto deposito, strumenti che interessano quasi tutti noi. L’interesse composto – di cui non darò la formula in questa guida – è calcolato invece su un capitale che cresce progressivamente in quanto ingloba gli interessi maturati nel frattempo (è il caso dei mutui).

Ora, supponi di avere un capitale, cioè somma di denaro, da investire. La chiamiamo C. Poniamo che sia pari a 350,00 €. Quindi: C = 350,00 € Immaginiamo che ti venga offerto, se lo investi, un tasso promozionale del 4,5%. Lo chiamiamo r. Quindi: r = 4,5% Devi decidere per quanti giorni investirlo. Mettiamo che, sapendo che tra un po’ la tua somma di denaro ti servirà per delle spese, fissi 80 giorni. Indichiamo i giorni con g, quindi: g = 80

Allora, quanti interessi, che indichiamo con I, riuscirai a ottenere con il tuo investimento? La formula è I = (C x r x g): 36500 Nota: x indica l’operazione di moltiplicazione, mentre: indica la divisione; 36500 sono i giorni dell’anno moltiplicati per 100. Sostituendo con i numeri I = (350,00 x 4,5 x 80) / 36500 = 3,45 €. Quindi, i tuoi interessi ammontano a 3,45 €. Deluso? Ti aspettavi di più?

Ma non è ancora finita! Quelli che abbiamo calcolato sono gli interessi lordi, cioè non tassati. In Italia, gli interessi maturati sugli investimenti diversi dai titoli di Stato sono tassati del 27%, il che significa che effettivamente ti porterai a casa una cifra ancora più bassa, perchè poco più di un quarto dei tuoi interessi vanno versati allo Stato (ci pensano in automatico le banche, tu non devi fare niente). Quindi, per arrivare all’interesse netto, bisogna togliere il 27%.

La formula più semplice da applicare per arrivare agli interessi netti è I x 0,73 (0,73 si ottiene sottraendo 0,27 a 1 – la spiegazione sarebbe un po’ lunga e molto matematica, la tralascio) Quindi, nel nostro caso, gli interessi semplici ammontano a: 2,52% Cosa ne pensi, per una cifra così ti conviene investire? E’ tutto chiaro? Prova tu a fare un calcolo. Mettiamo che la cifra a disposizione sia pari a 1200,00 €. Gli interessi sono del 3,2%. Puoi lasciare la cifra investita per 6 mesi almeno, quindi per 180 giorni circa. A quanto ammontano gli interessi netti? Risposta, 13,82 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *