Conto Bancoposta o Conto Bancario – Come Scegliere

Tra le offerte in fatto di conti correnti da alcuni anni anche Poste Italiane presentano i loro prodotti: conto Bancoposta prima, recentemente convertito in Bancoposta click e Bancoposta più. Vediamo quali sono le loro particolarità rispetto ai conti bancari tradizionali e online.

Il Conto Bancoposta Più è un classico conto corrente con un costo di 48 euro all’anno abbattibili nel caso di accredito dello stipendio e se si usufruisce di altri servizi della famiglia Bancoposta. Propone, per giacenze eccedenti i 5000 euro un tasso di interesse del 3% lordo, a fronte di un tasso base dello 0,25%. Questo conto consente anche l’apertura di un deposito titoli.

Il Conto Bancoposta Click fa dell’home banking la sua forza, totalmente gratuito, propone in promozione un interesse del 2% lordo, bancomat e carta di credito gratuiti, come anche la maggior parte delle operazioni on line: accredito stipendio, domiciliazione utenze. Risulta inoltre possibile emettere assegni che, come spiegato in questa guida sull’assegno postale su Assegni.net, ha caratteristiche simili all’assegno bancaario

Attivando uno dei prodotti Bancoposta, Poste Italiane mette a disposizione dei suoi clienti, gratuitamente per 3 anni, una casella di Posta Elettronica Certificata con 4 GB di spazio e Firma digitale.

I servizi Bancoposta si stanno rapidamente adeguando a quelli offerti dagli Istituti Bancari tradizionali, in particolari su due fronti che inizialmente hanno penalizzato la sua offerta in termini di conti correnti:

Le Carte Bancomat, inizialmente non accettate da molti esercizi commerciali, ora appartengono al circuito Maestro, diffuso a livello europeo. Non si tratta della rete cui appartengono le carte degli istituti tradizionali ma è comunque molto diffusa. Analogamente le Carte di Credito sono utilizzabili ovunque venga esposto il simbolo Mastercard, una garanzia quindi che si tratta di strumenti di facile uso. L’unica avvertenza è che i prelievi di contante presso Uffici Postali e sportelli Postamat sono gratuiti, mentre sono a pagamento quelli effettuati usufruendo del circuito Maestro.
Il Fido Bancario: uno dei limiti dei conti Bancoposta era l’impossibilità di andare in rosso concessa dai conti tradizionali e l’assenza di strumenti di fido. Anche questa differenza è stata superata con il Fido BancoPosta, che consente di gestire lo scoperto bancario fino ad un massimo che dipende dall’entità delle somme accreditate sul conto ogni mese. La possibilità di fare dello scoperto è soggetta comunque all’ approvazione di Deutsche Bank, partner di poste italiane per quanto riguarda la realizzazione di questo strumento di credito.
Una ulteriore caratteristica molto interessante dei conti Bancoposta è, ovviamente, la possibilità di accedere con un canale agevolato a servizi di risparmio gestito in esclusiva per i clienti, inoltre da pochissimo è stato attivato il Trading online che consente al negoziazione di una vasta gamma di strumenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *